Cause ipersensibilità ai denti: quando lo smalto dei denti si corrode. Rimedi per denti sensibili – Consigli Salute

Il problema della sensibilità ai denti determina un senso di fastidio quando si bevono o si mangiano alimenti e bevande molto caldi o molto freddi. Questo fastidioso problema, se non dipende da carie dentale, si definisce “ipersensibilità dentinale” e si manifesta con la percezione di fastidio o dolore causati da stimoli termici (cibi molto caldi o molto freddi), ma anche da sostanze acide o dolci o dal contatto con oggetti metallici. La causa della sensibilità ai denti è la presenza di dentina esposta in denti vitali, cioè non più ricoperta da smalto (viene a mancare quindi la protezione dello smalto dei denti).
L’ ipersensibilità dentinale può colpire persone di tutte le età, e in alcuni casi può essere così elevata da impedire lo spazzolamento dei denti perché troppo doloroso, si viene così a ridurre di conseguenza anche la qualità dell’ igiene orale. Tuttavia se la placca non viene rimossa, aumenta lo stato infiammatorio del tessuto gengivale con conseguente ulteriore retrazione.

CAUSE IPERSENSIBILITà AI DENTI

Ecco alcune delle cause principali di ipersensibilità ai denti:


- invecchiamento: con il passare degli anni la mucosa gengivale tende fisiologicamente a retrarsi;
- infiammazione cronica delle gengive che, se non curata, porta a gravi danni tissutali;
- le tecniche di spazzolamento che, se inadeguate, o eseguite in modo errato o con setole troppo dure tendono a corrodere lo smalto dei denti;
- uso di dentifrici fortemente abrasivi;
- interventi di chirurgia parodontale mal condotti;
- assunzione di cibi acidi;
- l’ abitudine a digrignare i denti in situazioni di stress può causare usura e conseguente esposizione dei denti.

RIMEDI IPERSENSIBILITà AI DENTI

In caso di ipersensibilità ai denti, è consigliabile recarsi dall’ odontoiatra già dai primi sintomi dolorosi per evitare di convivere con dolori fastidiosi e in realtà facilmente eliminabili. Chi soffre di ipersensibilità ai denti deve cercare di controllare l’ alimentazione, evitando alimenti acidi (spremute di arancia o pompelmo, succhi di frutta, bibite tipo cola, yogurt) che possono provocare lesioni dello smalto dei denti, specie se consumati freddi o prima di andare a dormire. Lo stesso effetto può essere determinato da disturbi che provocano un reflusso acido dallo stomaco o dal vomito frequente, tipico dei disturbi alimentari (anoressia e bulimia) e della gravidanza. Nello studio dentistico è possibile eseguire l’ applicazione dì prodotti specifici che, correggendo il problema dell’ ipersensibilità ai denti, permettono di conseguire risultati soddisfacenti e duraturi.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!