Salute degli occhi davanti al computer: uso corretto del Pc, distanza del computer dagli occhi, lacrime artificiali

salute-degli-occhi-davanti-al-computer-uso-corretto-del-pc-distanza-del-computer-dagli-occhi-lacrime-artificialiPer la salute degli occhi davanti al computer, occorre fare attenzione ad alcuni piccoli accorgimenti. Oggi infatti il computer viene usato sempre di più per lavoro, studio e svago. Passare molte ore davanti al Pc provoca spesso problemi di occhi secchi, bruciore, arrossamento, fotofobia e prurito. Questi sono i sintomi più frequenti causati alla salute degli occhi quando si sta troppo tempo davanti al computer. In realtà diversi studi clinici hanno dimostrato che non è il computer, di per sé, a provocare questi disturbi visivi, ma un uso non corretto del Pc oppure la presenza di difetti della visione (o refrattivi, come la miopia e l’ astigmatismo) che non sono ancora stati diagnosticati dall’ oculista o percepiti dal soggetto. Per vedere bene, infatti, le immagini devono essere messe a fuoco sulla retina, e questo non può avvenire in presenza di un difetto refrattivo (come miopia o astigmatismo). In questi casi, per mettere a fuoco gli oggetti, il nostro occhio si “sforza” di più, ma questo provoca un ulteriore affaticamento degli occhi. Se si verificano problemi di visione dovuti a miopia o astigmatismo, occorre fare una visita di controllo dall’ oculista; in questi casi infatti la colpa non è del Pc ma di un difetto visivo in atto.
CONSIGLI PER LA SALUTE DELGI OCCHI DAVANTI AL COMPUTER
Se invece la vista è a posto, occorre adottare alcuni piccoli accorgimenti utili per la salute degli occhi davanti al computer. Quando una persona è concentrata sul lavoro al Pc tende infatti ad ammiccare, cioè a sbattere le palpebre meno frequentemente, aumentando così la secchezza della superficie oculare. Molto utile, in questi casi, è l’ uso di lacrime artificiali, soprattutto se si portano le lenti a contatto.
Inoltre, è bene evitare la luce diretta negli occhi come quella di una finestra posizionata davanti a chi usa il PC.
Il monitor non deve essere troppo vicino per evitare uno sforzo accomodativo eccessivo: la distanza ottimale del computer dagli occhi è di 50,70 cm.
Occorre inoltre fare delle pause di 15 minuti almeno ogni due ore: staccare lo sguardo dal computer per evitare di affaticare eccessivamente la vista.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!