Dieta da 1300 calorie ricca di Omega 3: pesce, legumi, frutta e verdura nella dieta per prevenire il tumore

Puntare sul pesce (ricco di Omega 3) nell’ alimentazione è importante anche per proteggersi dal tumore al seno nel caso delle donne. La prima regola da seguire per una sana dieta prevede il consumo quotidia­no di verdura e frutta fresche, ricche di antiossidanti (co­me la vitamina A, la vitamina C, la vitamina E, il selenio, il ferro e lo zinco), preziose sostanze ad azione antitumorale. Un altro suggerimento utile nalla dieta è puntare sul pesce: salmone, sardine e tonno contengono particolari grassi polinsaturi (gli Omega 3) in grado di prevenire i tumori. La carne va invece mangiata con moderazione nella dieta: la carne (soprattutto la carne rossa) può contenere sostanze ormo­nali che possono favorire l’ insorgere del tumore. Via libera invece ai legumi nella dieta: i legumi sono ricchi di proteine e di fibre che rallentano l’ assorbimento di zuccheri e di grassi. Ecco quindi il menù settimanale della Dieta da 1300 calorie al giorno ricca di Omega 3: questa dieta ipocalorica va seguita per 1 mese e consente di perdere 5-6 chili, dimagrire, tornare in forma e proteggere l’ organismo.

IL CONSIGLIO IN PIù: consumare la soia nell’ insalata (comprare i germogli di soia). La soia è ricca di fitoestrogeni: sostanze vegetali dalla struttura simile a quella degli ormoni femminili. Sostituendosi (anche se in misura minima) agli estrogeni prodotti dall’ organismo proteggono la salute del seno.

SCHEMA MENù SETTIMANALE DIETA DA 1300 CALORIE AL GIORNO RICCA DI OMEGA 3: perdere 5-6 chili in 1 mese e prevenire il tumore con l’ alimentazione

REGOLE DA SEGUIRE TUTTI I GIORNI
COLAZIONE
: una tazza di latte parzialmente scremato con 40 grammi di cereali integrali
SPUNTINO A METà MATTINA: uno yogurt magro
MERENDA A METà POMERIGGIO: un kiwi o una spremuta di agrumi.
CONDIMENTI: sono consentiti due cucchiai da minestra al giorno in tutto di olio extravergine di oliva, anche per cucinare; via libera invece all’ aceto di mele, al limone e alle spezie per condire i piatti.

LUNEDì
PRANZO
: pasta (30 grammi) e fagioli (150 grammi) + un piatto abbondante di carote grattugiate, sedano e peperoni grigliati
CENA: salmone fresco ai ferri o in padella (100 grammi) + spinaci al vapore o lessati (anche surgelati) + un panino integrale (50 grammi)

MARTEDì
PRANZO
: carpaccio di pesce spada (100 grammi) in padella + broccoli al vapore o lessati (anche surgelati) + un panino (50 grammi)
CENA: minestra di lenticchie (200 grammi) + zucchine e melanzane alla griglia

MERCOLEDì
PRANZO
: petto di pollo (100 grammi) alla griglia condito con limone + un’ insalata di pomodori e lattuga + un panino integrale (50 grammi)
CENA: pesce spada ai ferri o in padella con aglio e poco olio (120 grammi) + un piatto di cavolini di Bruxelles (anche surgelati) lessati o saltati in padella con aglio e poco olio + un panino (50 grammi)

GIOVEDì
PRANZO
: 120 grammi di tonno al naturale + radicchio ai ferri + un panino (50 grammi)
CENA: minestra di riso (30 grammi) e lenticchie (150 grammi) + un piatto di verdure miste alla griglia (come peperoni, zucchine, melanzane)

VENERDì
PRANZO
: pasta integrale (40 grammi) con verdure (vedi ricetta sotto) + insalata verde
RICETTA PASTA INTEGRALE CON VERDURE
INGREDIENTI
: 40 grammi di pasta integrale corta (tipo maccheroni), una zucchina novella da circa 100 grammi, uno spicchio d’ aglio, un cucchiaino di prez­zemolo fresco tritato (oppure surgelato), un cucchiaino d’ olio, 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, sale.
PREPARAZIONE: lava bene la zucchina, elimina le estremità e poi taglia­la per il lungo a fettine sottili. Mettila in una padella antiaderente con lo spicchio d’ aglio, il prezzemolo e un cucchiaio di acqua. Regola di sale e lascia cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti. Nel frattempo, lessa la pasta in acqua bollente salata. Scola la pasta al dente e versala nella padella con le zucchine. Aggiungi un cuc­chiaino d’ olio, mescola su fiamma vivace per un minu­to e servi, spolverizzando con il parmigiano.
CENA: pesce spada (120 grammi) ai ferri o in padella con aglio e poco olio + un piatto di cavolini di Bruxelles (anche surgelati) lessati o saltati in padella con aglio e poco olio + un panino (50 grammi)

SABATO
PRANZO
: 200 grammi di fagioli lessati con rosmarino + insalata di pomodori e flnocchi
CENA: fesa di tacchino ai ferri (120 grammi) + cavolfiore bollito (anche surgelato) + un panino integrale (50 grammi)

DOMENICA
PRANZO
: 100 grammi di fettine di pollo alla piastra + insalata di rucola, lattuga e sedano + 100 grammi di patate lesse
CENA: 130 grammi di merluzzo (fresco o surgelato) in padella con aglio e poco olio + broccoli lessati (anche surgelati) + un panino (50 grammi)


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

56 Risposte

  1. Redazione IO Benessere Blog says:

    Buongiorno Nora e benvenuta sul nostro blog! Per quanto riguarda le verdure, sono “neutre”: nel senso che apportano poche calorie, sono ricche di fibre e regolarizzano l’intestino. Puoi quindi inserire tranquillamente spinaci e zucchine nella dieta, dato che li avevi già acquistati. Tra l’altro, sia gli spinaci che le zucchine sono già presenti nel menù proposto.
    In seguito alterna e inserisci anche le altre verdure consigliate.
    Abbinando dieta e attività fisica costante otterrai i migliori risultati.

    Una volta raggiunto il tuo peso forma, continua con l’attività fisica e segui la dieta di mantenimento che è la Dieta Dissociata; trovi lo schema in questo articolo: Dieta Dissociata menù
    Nello schema alimentare della Dieta Dissociata ci sono diverse opzioni tra cui puoi scegliere. A pranzo puoi optare per un panino veloce oppure, se vai al ristorante, scegli un primo piatto di pasta o riso con sole verdure. Mentre le proteine vanno mangiate a cena.
    In sintesi, la dieta dissociata prevede carboidrati a pranzo, proteine a cena, verdure ai pasti in quantità libera e frutta negli spuntini. E’ quindi uno schema alimentare facile da seguire anche se mangi fuori casa.
    La dieta dissociata “dissocia” appunto le proteine dai carboidrati che non vanno mangiati nello stesso pasto.
    A cena, se vai al ristorante, ordina un secondo piatto proteico di carne o pesce con verdure. La pizza invece è consentita una sola volta a settimana: pizza ortolana alle verdure oppure pizza margherita.
    Questo schema ti aiuta ad avere un’alimentazione varia e sana.

    Sempre una volta persi i tuoi chili di troppo, per variare in cucina, puoi anche scegliere e stampare le ricette light che trovi in questa sezione del nostro sito: Ricette Dietetiche

    Per altre domande o dubbi, scrivici pure! Buona giornata!

  2. Nora says:

    Salve, sto seguendo da qualche giorno la dieta abbinandola ad un programma di esercizi! Vorrei dimagrire di 5-8 kg. Ho calcolato il BMI ed è 24,5. Sto usando altri tipi di verdura al momento perchè avevo già fatto una spesa abbondante prima di iniziare e per questo uso spinaci e zucchine. È grave utilizzare altre verdure?
    Grazie mille

  3. Redazione IO Benessere Blog says:

    Buongiorno Giulia, ogni dieta va scelta in base ai propri gusti alimentari e alle proprie esigenze, in modo che sia più facile da seguire.
    Detto questo, se il tuo “limite” riguarda solo alcuni tipi di verdura, non ci sono problemi: le sostituzioni che hai elencato sono ottimali e puoi tranquillamente applicarle.
    Ricorda inoltre che ogni dieta va sempre abbinata ad attività fisica costante, a qualsiasi età. Pratica sport almeno 3-4 volte a settimana per avere i migliori risultati, per mantenere il tuo peso forma raggiunto nel tempo senza ingrassare di nuovo e per la tua salute.
    Buona dieta e buono sport! Per altri dubbi o domande scrivici pure.

  4. Giulia says:

    Buongiorno, ho iniziato oggi a seguire questa dieta ma nel mangiare sono abbastanza limitata. È possibile avere dei sostituti? Per esempio, il lunedì a pranzo è possibile sostituire le carote, il sedano etc.. Con un piatto di insalata? E la sera al posto degli spinaci è possibile mangiare la cicoria?
    Grazie mille per l’attenzione.
    ❤️

  5. angela says:

    Grazie, proverò.

  6. Redazione IO Benessere Blog says:

    Buongiorno Angela, per prima cosa ti calcoliamo il tuo peso forma ideale per verificare quanto devi dimagrire.
    La formula è la seguente:

    Peso in chili
    ———————
    (Statura in metri)2

    Cioè: il peso in chili va diviso per il calcolo della statura al quadrato. Il risultato del calcolo è il valore (indice) della tua massa corporea e va inserito nella tabella qui di seguito.

    TABELLA INDICE DI MASSA CORPOREA
    – Sottopeso: valore inferiore a 18,5 (magrezza eccessiva)
    – Normopeso: valore compreso tra 18,5 e 24,9 (peso normale: peso-forma)
    – Sovrappeso: valore compreso tra 25,0 e 29,9
    – Obesità classe I: valore compreso tra 30,0 e 34,9
    – Obesità classe II: valore compreso tra 35,0 e 39,9
    Obesità classe III: valore uguale o superiore a 40

    Nel tuo caso:
    90: (1,50×1,50) = 90 : 2,25 = 40
    In base alla tabella dei valori sei entrata in obesità classe III.

    Il valore ideale del peso forma per una donna è compreso tra 21-22, per raggiungerlo devi perdere 42 chili. Il tuo peso forma ideale è di 48 chili per una donna della tua statura:
    48: (1,50×1,50) = 48 : 2,25 = 21,3 valore ottimale del peso forma

    Trovi maggiori informazioni qui: Calcolo peso ideale

    Ad un livello di obesità come il tuo i rischi per la salute sono molti. Nel tuo caso è necessario rivolgerti ad un dietologo o nutrizionista per farti seguire: il tuo percorso richiede tempo, hai bisogno di eseguire gli accertamenti medici necessari e di farti fare un programma dietetico personalizzato adatto al tuo caso. Ti sconsigliamo quindi di seguire questa dieta che non risolve il tuo problema, e ti invitiamo a rivolgerti ad uno specialista che ti possa seguire nel tuo percorso nel tempo.

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!