Psoriasi: dieta e alimentazione

psoriasi_dieta
La psoriasi è una malattia della pelle con un impatto visivo significativo: si manifesta con macchie rosse su cui si formano squame che possono dare prurito anche forte. La psoriasi compare soprattutto sul cuoio capelluto e dietro alle orecchie, ma può colpire anche il gomito e il ginocchio. E’ inoltre una patologia cronica, infiammatoria e soggetta a recidive.
Sintomi psicologici come l’ansia, lo stress emotivo o la depressione, uno stile di vita troppo sedentario, la tendenza al sovrappeso o all’obesità (cioè un eccessivo indice di massa corporea BMI), l’abitudine al fumo e al consumo di alcol aggravano la psoriasi.

Per prevenire la psoriasi occorre quindi migliorare lo stile di vita e cambiare in meglio le abitudini alimentari. Considerando l’impatto che lo stress emotivo ha sulla psoriasi, sono vivamente consigliate attività come lo yoga, la meditazione e gli esercizi di rilassamento.
E’ inoltre importante adottare un sano stile di vita, facendo particolare attenzione all’alimentazione.
Quando è eccessiva oppure non bilanciata, l’alimentazione è un fattore di rischio per la psoriasi; al contrario, un sano regime dietetico migliora i sintomi della malattia.

Psoriasi: dieta e peso forma

La dieta può contribuire a mantenere uno stato di salute e a diminuire i momenti di riacutizzazione dei sintomi della psoriasi.

Il sovrappeso e l’obesità si associano ad uno stato generale di infiammazione dell’organismo: le cellule di grasso contengono maggiori quantità di TNFα (fattore di necrosi tumorale α), una citochina coinvolta nei processi di infiammazione sistemica, tra cui la psoriasi.
Essere in uno stato di sovrappeso o di obesità scatena quindi la psoriasi nelle persone che sono già predisposte.

Perdere peso significa abbassare i livelli di infiammazione dell’organismo. Intervenire con una dieta – associata ad esercizio fisico regolare – contribuisce a ridurre la gravità della psoriasi, aumentando anche l’efficacia dei trattamenti di cura.

Nei soggetti con psoriasi, le raccomandazioni generali per una corretta alimentazione comprendono una dieta ipocalorica, con alimenti a basso contenuto glicemico e ricchi di acidi grassi polinsaturi.
Alcuni studi scientifici hanno dimostrato benefici nell’adozione di una dieta prevalentemente vegetariana e ricca di Omega-3, vitamina C, flavonoidi, carotenoidi e tocoferoli (potenti antiossidanti).

Una dieta povera di grassi animali e ricca di frutta e verdura spesso aiuta chi soffre di psoriasi.
Non assumere alcolici e superalcolici e non fumare, sono altre sane abitudini che influiscono positivamente sulla psoriasi, limitando il riacutizzarsi della malattia.

In particolare, il consumo di alcool è uno dei fattori di rischio associato alla comparsa di psoriasi.
Le situazioni che espongono maggiormente al rischio sono le “sbornie” (alte quantità di alcool assunte in un breve intervallo di tempo) o l’alcolismo (assunzione di alcool in maniera continuativa).
Il consumo di bevande alcooliche predispone le persone a sviluppare la psoriasi, soprattutto quelle che hanno una storia familiare di psoriasi. L’alcool stimola inoltre il rilascio di istamina, aggravando le lesioni cutanee e peggiorando il decorso della malattia.

Psoriasi e dieta mediterranea

Una dieta ipocalorica a basso apporto di grassi, particolarmente ricca di frutta e verdura, può migliorare il decorso della psoriasi.
Seguire una dieta mediterranea è quindi ottimale per chi soffre di psoriasi, perchè un regime dietetico di questo tipo implica un taglio netto agli zuccheri (così come al sale), ma anche a tutti i prodotti alimentari raffinati, a quelli ricchi di burro e alle carni rosse.

Oggi è purtroppo cresciuto l’uso di alimenti insaccati, conservati, precotti, cibi raffinati come zuccheri e farine. Da qui è nata la raccomandazione dei nutrizionisti di inserire nella dieta verdure e frutta di stagione e in generale alimenti freschi, in modo da apportare all’organismo la quantità giusta di vitamine e minerali.

La dieta mediterranea è un regine alimentare ispirato al modello di vita dei popoli che si affacciano sul Mar Mediterraneo, principalmente Italia, Grecia e Spagna. La dieta mediterranea privilegia cibi stagionali cucinati in modo semplice, l’uso dell’olio di oliva a crudo e il consumo di pesce, un alimento ricco di acidi grassi insaturi omega-3.

Sì anche a noci, pane integrale, pasta, riso, legumi, verdura, frutta. La carne bianca va preferita alla carne rossa e le calorie giornaliere vanno divise in 3 pasti principali (colazione, pranzo, cena) e due spuntini (a metà mattina e a metà pomeriggio).

Psoriasi: consigli utili

In conclusione, in base agli studi scientifici e alle conoscenze attuali sulla psoriasi, è possibile dare delle indicazioni alimentari di massima e dei consigli pratici da seguire:

  • evitare il consumo di bevande alcooliche;
  • aumentare il consumo di frutta fresca e vegetali;
  • aumentare il consumo di pesce;
  • tenere sotto controllo il proprio peso corporeo (BMI) sia attraverso un regime dietetico adeguato che attraverso esercizio fisico regolare.

Per curare la psoriasi serve quindi un approccio completo e multidisciplinare: una corretta diagnosi medica, una terapia personalizzata, una guida nutrizionale e indicazioni per uno stile di vita sano, in modo da gestire al meglio la malattia e tenerla sotto controllo.


leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!