Integratori per le difese immunitarie

come aumentare le difese immunitarie

Sono ormai diversi gli studi scientifici che dimostrano l’ importanza delle vitamine per far funzionare al meglio il sistema immunitario. Fondamentali sono le vitamine ad azione antiossidante ed alcuni sali minerali.
Gli antiossidanti sono sostanze in grado di contrastare l’azione negativa dei radicali liberi. Questi ultimi arrivano al nostro organismo in due modi: dalla produzione “interna” (come sottoprodotti del metabolismo), dall’esterno come conseguenza dell’inquinamento.

Qualunque sia la fonte, sta di fatto che i radicali liberi agiscono sulle cellule e sul DNA provocando tre possibili conseguenze:

  1. accelerano i processi di invecchiamento cellulare;
  2. deprimono il sistema immunitario;
  3. favoriscono l’insorgenza di numerose malattie, inclusi i tumori.

Il nostro organismo, in condizioni ottimali, riesce a tenere a bada i radicali liberi con gli antiossidanti prodotti al suo interno. In alcune occasioni però, come durante un periodo di stress, oppure per la presenza di aria particolarmente inquinata, non ce la fa più.
E in questi casi diventa fondamentale assumere integratori alimentari a base di vitamine e sali minerali antiossidanti.

Vitamine C, A, D per le difese immunitarie

Tra le vitamine c’è sicuramente la vitamina C, che rinforza il sistema di difesa naturale dell’organismo inducendolo a produrre un maggior numero di anticorpi, cioè le molecole che attaccano virus e batteri quando entrano nell’organismo.
Anche la vitamina A esercita un ruolo di rinforzo delle difese immunitarie naturali, soprattutto nei confronti dei virus.


La vitamina D è un valido integratore per tenere alla larga le malattie infettive: svolge un ruolo fondamentale nei meccanismi della risposta immunitaria. La vitamina D è infatti necessaria per attivare la reazione delle cellule T, che aggrediscono i patogeni esterni e attivano una sequenza di processi volti a distruggerli.
Per svolgere la loro funzione, le cellule T hanno bisogno di livelli adeguati di vitamina D che consentano loro di passare dallo stato “dormiente” a quello attivo.

Sali minerali per le difese immunitarie

Tra i minerali vanno invece considerati magnesio e zinco, che secondo le ricerche scientifiche sono in grado di attivare la produzione di linfociti, le cellule del sistema immunitario che sorvegliano l’organismo dagli attacchi esterni.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!