Le proprietà dell’ avena nella dieta per: dimagrire, ridurre colesterolo alto, ritenzione idrica e gonfiore

le-proprieta-dell-avena-nella-dieta-per-dimagrire-ridurre-colesterolo-alto-ritenzione-idrica-e-gonfioreL’ avena è un ottimo alimento da inserire nella dieta per dimagrire e sentirsi in forma: l’ avena infatti aiuta a sentirsi più sazi e pieni di energia nonostante il suo basso indice glicemico, senza rinunciare al gusto. L’ avena integrale è un cereale ancora poco usato sulle nostre tavole ma che vale la pena di inserire nella dieta per i suoi molti benefici e proprietà. Tra le fibre solubili dell’ avena troviamo infatti i preziosi beta-glucani, che aiutano a mantenere sotto controllo il peso corporeo. Inoltre i beta-glucani hanno la capacità di ridurre il livello di colesterolo nel sangue, di conservare l’ equilibrio degli zuccheri nel sangue e dell’ insulina e di migliorare la funzionalità intestinale. Sono quindi una vera e propria manna contro la stipsi che spesso assilla chi è in soprappeso e soffre anche di gonfiore e ritenzione idrica.
L’ avena integrale è molto nutriente, contiene una maggiore quantità di PROTEINE rispetto ai carboidrati (fino al 17% della sua composizione). L’ avena ha inoltre una bassa presenza di zuccheri, per questo l’ avena è uno dei cereali con il più basso indice glicemico particolarmente adatta ai diabetici. Un piatto di pasta a base di avena integrale è un primo piatto eccellente, ideale quando si deve seguire una dieta o quando comunque si vuole mantenere il peso sotto controllo. La pasta d’ avena integrale costituisce una fonte perfetta di carboidrati, in quanto ne favorisce il lento assorbimento. Dopo il suo consumo, la sensazione di sazietà permane a lungo, il che è un grande vantaggio sia per il controllo del peso, in quanto stare a dieta diventa molto più semplice, sia per chi pratica esercizio fisico.

PROPRIETA’ DELL’ AVENA INTEGRALE NELLA DIETA
CONTROLLO DEL PESO CORPOREO E SENSO DI SAZIETA’

I beta-glucani dell’ avena aiutano a controllare il peso corporeo. La pasta d’ avena integrale può contribuire al mantenimento del peso perché i beta-glucani, le fibre solubili e viscose contenute nell’ avena, incrementano e prolungano il senso di sazietà:
- i beta-glucani dell’ avena ritardano lo svuotamento dello stomaco, contribuendo ad un più duraturo senso di sazietà.
- riducono la velocità di assorbimento degli elementi nutritivi;
- una maggiore quantità di grassi viene eliminata nella fase finale intestinale.
Gli effetti benefici dei beta-glucani contenuti nell’ avena integrale vengono potenziati quando i prodotti derivati da avena sono consumati insieme ad altri cibi.

LE PROPRIETA’ DELL’ AVENA NELLA DIETA PER RIDURRE IL COLESTEROLO
L’ effetto di riduzione del colesterolo determinato dai beta-glucani dipende principalmente da un incremento della viscosità del tratto intestinale. Per ottenere benefici nella riduzione dei livelli di colesterolo, i beta-glucani dell’ avena dovrebbero venire assunti durante i pasti, e in quantità pari ad almeno 3 grammi al giorno.

LE PROPRIETA’ DELL’ AVENA NELLA DIETA PER PROTEGGERE IL CUORE
Le diete a basso contenuto di grassi saturi e di colesterolo che comprendono 3 grammi di beta-glucano da avena al giorno possono ridurre il rischio di malattie cardiache. La FDA (Food & Drug Administration) ha approvato nel 1997 una raccomandazione sanitaria relativa all’ avena e ai prodotti derivati in merito all’ effetto di riduzione del colesterolo determinato dal beta-glucano contenuto nell’ avena. Inoltre, secondo la Finnish Heart Association (Suomen Sydanlittory), una sana alimentazione dovrebbe comportare:
- Una scelta oculata per quantità e qualità dei grassi
- Una riduzione nell’ assunzione di sale
- Un adeguato consumo di fibre
- Un sufficiente consumo di verdure e frutta
- Controllo della quantità di colesterolo negli alimenti
- Controllo del peso.

LE PROPRIETA’ DELL’ AVENA NELLA DIETA PER RIEQUILIBRARE LA FUNZIONALITÀ INTESTINALE
I prodotti a base di cereali favoriscono il buon funzionamento dell’ intestino. Aumentando il consumo di fibra non solubile, di cui l’ avena integrale è ricca, come parte di una dieta sana ed equilibrata, si migliora notevolmente la funzionalità intestinale e si incrementa il benessere generale.

Tag: , , ,
Di

60 Commenti al post “Le proprietà dell’ avena nella dieta per: dimagrire, ridurre colesterolo alto, ritenzione idrica e gonfiore”


  1. GIUSEPPINA SANTARELLI scrive:

    E’ DA CIRCA UN ANNO CHE CONSUMO AVENA MESCOLATA AD ALTRI CEREALI OGNI MATTINA A COLAZIONE. LA SCORSA SETTIMANA HO RIFATTO LE ANALISI DEL SANGUE. ANCORA NON CREDO AI RISULTATI DEL RISULTATO DEL COLESTEROLO, TRIGLICERIDI E GLICEMIA, TUTTI VALORI PERFETTI.
    ALCUNI MOMENTI PENSO CHE FORSE IL LABORATORIO SI è SBAGLIATO, POICHè L’ANNO SCORSO ERANO ALTISSIMI. DEVO PRECISARE CHE NON HO PRESO ALCUNA MEDICINA.
    I RISULTATI SONO DOVUTI AL CONSUMO DI AVENA ?
    MI SEMBRA INCREDIBILE E TRA QUALCHE MESE RIPETERò LE ANALISI. SALUTI JUSY

  2. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Ciao Giuseppina, di certo una sana alimentazione aiuta moltissimo contro colesterolo alto, trigliceridi e glicemia. E’ la prima “cura” da iniziare!
    Sicuramente inserire l’ avena nella tua dieta ti è stato molto utile perchè, come riportato sopra nell’ articolo, l’ avena contiene beta-glucani utilissimi contro il colesterolo alto.
    Ma certamente credo che oltre all’ avena sarai stata attenta anche a seguire una dieta corretta: ovviamente inserire l’ avena nei pasti e poi mangiare in modo sregolato o con troppi grassi non può molto contro il colesterolo.
    Invece, mangiare avena in una dieta sana ed equilibrata (come credo avrai fatto tu) è utilissimo per abbassare i valori del colesterolo anche senza prendere nessuna medicina!
    Grazie per la tua utile testimonianza sui benefici dell’ avena inserita in una dieta sana, sarà di stimolo anche per gli altri lettori del blog.
    Facci sapere dei tuoi risultati!

    Un abbraccio dalla Redazione di Io Benessere Blog

  3. mascia lanciotti scrive:

    Grazie per le vostre informazioni culturali e salutistiche, desideravo conoscere di più l’ avena, le sue virtù bromatologiche e le ricette di cucina di cui questo prezioso cereale è protagonista.

    Mascia Lanciotti

  4. pina scrive:

    per me è il primo giorno di avena, non ne sono così entusiasta, molto più buona la crusca, (ho problemi di stipsi) ma probabilmente dipende dal fatto che non la so cucinare. cercherò ricette poi vi farò sapere.
    molto reale il senso di sazietà che lascia.
    ero un pò scoraggiata ma grazie alle parole lette ho rigenerato la volontà di continuare
    ciao pina

  5. mimì scrive:

    un’ amica sentendo che dovrei tenere a bada il colesterolo (259), la glicemia (130) e la stipsi mi ha consigliato di fare come sua madre che prende ogni mattina a digiuno un cucchiaio di farina d’ avena sciolto in acqua, dice che ha avuto buoni risultati. potete dirmi qualcosa di più.. ? grazie

  6. Redazione Io Benessere Blog scrive:

    Salve Mimì, l’ integrazione dell’ avena nell’ alimentazione quotidiana è utilissima contro stipsi, colesterolo alto e glicemia (l’ avena è infatti uno dei cereali con il più basso indice glicemico ed è particolarmente adatta ai diabetici).
    Oltre alla farina d’ avena consigliata dalla tua amica, per avere ottimi risultati è consigliato integrare nella dieta la pasta a base di avena integrale che è un primo piatto eccellente. La pasta d’ avena integrale costituisce una fonte perfetta di carboidrati, in quanto ne favorisce il lento assorbimento.
    Per quanto riguarda il controllo del colesterolo alto, per ottenere benefici nella riduzione dei livelli di colesterolo, i beta-glucani dell’ avena devono venire assunti durante i pasti, e in quantità pari ad almeno 3 grammi al giorno. Per questo motivo è bene integrare la pasta d’ avena nella dieta quotidiana.

  7. mimì scrive:

    grazie per i vostri consigli. ma vorrei sapere se i 3 grammi al giorno di beta-glucani li posso ingerire al mattino con la farina sciolta in acqua, presa a digiuno. La quantità di farina quanti grammi dev’ essere ?

  8. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    ciao mimì, se preferisci utilizzare la farina d’ avena sciolta in acqua anzichè integrare la pasta d’ avena nella dieta quotidiana, la quantità consigliata è circa la stessa: almeno 3 grammi al giorno di farina d’ avena.
    Se invece abbini anche la pasta d’ avena, puoi limitare la quantità di farina d’ avena a colazione. Puoi sciogliere la farina d’ avena anche nel latte se preferisci.

  9. mimì scrive:

    salve, buon anno a tutta la redazione.
    Vorrei sottoporvi un ulteriore problema: soffro un pò di stipsi ed emorroidi e poichè mi è stata regalata da un erboristeria del tarassaco per farne tisane desidero essere confortata dal vostro parere. Lo posso usare visto che ho calcoli alla colicisti che però non mi hanno dato mai alcun fastidio ? se si quali sono le modalità per fare una tisana depurativa e un pò lassativa ? grazie

  10. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Ciao Mimì e buon anno anche a te. Il tarassaco è un ottimo rimedio naturale per depurare l’ organismo, ma ha una controindicazione da tenere presente: il tarassaco non deve essere utilizzato dai soggetti che presentano calcoli di piccole dimensioni alle vie biliari, perché può essere causa di coliche.
    Se rientri in questo caso, evita quindi di utilizzare il tarassaco nelle tue tisane.

    In alternativa al tarassaco, un’ ottima rimedio naturale contro la stitichezza è dato dai SEMI DI LINO. L’ olio contenuto nei semi di lino è una delle fonti più importanti di acidi grassi Omega 3. I semi di lino sono utili anche per combattere la stipsi (si trovano in erboristeria o nei centri specializzati).

    Per quanto riguarda invece le tisane per depurare l’ organismo, esistono molte piante che costituiscono un valido rimedio naturale.
    Trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Le proprietà delle tisane: disintossicanti, antistress, per sgonfiare. Consigli tisane fai-da-te

    Se hai particolari patologie, evita comunque il fai-da-te e chiedi consiglio al tuo medico e al tuo erborista prima di utilizzare le tisane.

  11. asia15 scrive:

    Vorrei sapere quanti grammi al giorno dovrei assumere di avena in fiocchi.
    Da parecchio tempo ne assumo 2 cucchiaini nel latte parzialmente scremato del mattino… è sufficente ?
    L’ olio di lino lo uso tutti i giorni per condire: due cucchiai al giorno come
    indicatomi dalla nutrizionista. è meglio assumerlo naturale ?
    Resto in attesa di risposta e ringrazio vivamente.

  12. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Asia15, la dose consigliata di avena è di 3 grammi al giorno circa. Puoi comunque utilizzare nella tua dieta anche la pasta d’ avena oltre ai fiocchi d’ avena.
    Per quanto riguarda l’ olio di semi di lino, è ottimo da utilizzare nella dieta quotidiana perchè è un olio ricchissimo di Omega3 con molti benefici per la salute. L’ olio di semi di lino va usato solo a crudo per condire gli alimenti; è preferibile usare le produzioni biologiche naturali, prive di conservanti e pesticidi, e assicurarsi che sull’ etichetta dell’ olio di semi di lino ci sia la scritta “lavorato o spremuto a freddo”.
    Trovi comunque maggiori informazioni sull’ olio di semi di lino in questo articolo (Clicca Qui):
    Alimentazione e Omega 3: benefici per cuore e cervello. Gli Omega 3 nell’ olio di semi di lino

  13. asia15 scrive:

    Ringrazio la Redazione di IO Benessere Blog per avermi risposto.
    Buon fine settimana a tutti !

  14. Brunella Benetazzo scrive:

    Assumo melatonina + avena e anche se non dormo molto mi sento lucida e con poca fame la mattina (o l’ alba, vista la mia tendenza ad addormentarmi sul divano con la tv). Sono alta 156 cm e il mio peso oscilla tra i 52 1/2 e i 55 1/2. Ho 50 anni e sono in menopausa da 5 anni. Dieci anni fa pesavo dai 46 ai 48 kg.
    Diciamo che sono ingrossata con la peri-menopausa, che è trascorsa senza che me ne accorgessi. Nel 2000 a 41 anni ho avuto un disturbo stranissimo, mai provato prima, perdevo sangue e continuavo ad urinare. Il pronto soccorso mi diede monuril ed il ginecologo mi disse che era causato da problemi ormonali. A 43 anni ho cominciato ad avere irregolarità mestruali e nel 2004 sono entrata definitivamente in menopausa. Putroppo ho avuto problemi improvvisi con la dentatura e in pratica soffro di una atrofia vaginale precoce. Scusate se sono andata OT ma ho sempre cercato di curarmi in modo naturale. Cosa mi consigliate di integrare alla mia dieta che è varia, frutta e verdura sempre presenti.
    Vi ringrazio.

  15. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Brunella, per una dieta quotidiana sana, equilibrata e varia puoi seguire le semplici regole della Dieta Mediterranea, trovi maggiori informazioni in questo articolo (Clicca Qui):
    Dieta Mediterranea: la migliore per dimagrire e restare in salute. Consigli per un’ alimentazione sana

    In menopausa, puoi integrare nella tua alimentazione la soia: un alimento dietoterapeutico. Grazie alla lecitina, la soia abbassa il livello di colesterolo del sangue, previene il rischio dell’ arteriosclerosi e dell’ infarto al miocardio. La lecitina contenuta nella soia ha anche un alto contenuto di fitoestrogeni ed è consigliata in donne con lievi disturbi della menopausa.
    I fitoestrogeni aiutano a ridurre le vampate tipiche della menopausa, specie se presenti in forma medio-lieve. Per donne con menopausa fortemente sintomatica è invece necessario ricorrere alle terapie ormonali sostitutive tradizionali.
    La soia è un prezioso alleato anche nella prevenzione dell’ osteoporosi.
    L’ osteoporosi dipende da diversi fattori: la carenza ormonale, la carenza di vitamina D nella dieta, lo scarso movimento fisico e l’ invecchiamento. Dopo la menopausa, l’ introduzione con la dieta quotidiana di 45 grammi di soia al giorno aumenta il contenuto minerale osseo delle donne in menopausa.

    A proposito della soia e dei suoi tanti benefici, dai un’ occhiata anche alla Dieta di Okinawa, una dieta equilibrata con basi scientifiche (Clicca Qui):
    La Dieta Okinawa: dimagrire e rafforzare le difese immunitarie con la dieta da 1800 calorie al giorno

  16. anna scrive:

    La Mattina prendo 2 cucchiai di fiocchi di avena nel latte. E’ la dose giusta ? sto facendo la dieta a zona. Grazie se sarete tanto cortesi da rispondermi.

  17. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Anna, come già detto la quantità giornaliera di avena consigliata al giorno è di circa 3 grammi. Ovviamente si tratta di una quantità consigliata.
    Per quanto riguarda invece la Dieta a Zona, puoi dare un’ occhiata a questo articolo in cui trovi molte indicazioni utili (Clicca Qui):
    Calcolo Dieta a Zona: la dieta per dimagrire senza contare le calorie. Programma settimanale Dieta a Zona

  18. elisabetta scrive:

    Ho letto una rivista nella quale si consigliava di usare la crusca d’ avena per tutte le proprietà descritte anche sul vostro blog , ma in erboristeria ho trovato solo cruschella d’ avena. E’ la stessa cosa? Ne prendo 4 cucchiaini abbondanti alla mattina con dell’ acqua calda ma leggendo questo blog ho letto che la dose ideale sono 3 grammi al dì. Ne sto assumendo troppa ? Gazie in anticipo.

  19. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Elisabetta, la quantità di avena di almeno 3 grammi al giorno è solo la quantità minima giornaliera consigliata, se nella tua alimentazione assumi maggiori quantità di avena (anche la cruschella d’ avena va bene) non ci sono controindicazioni: se assumi una quantità maggiore di avena hai solo dei benefici in più per la tua salute. Tanto che, proprio per chi non apprezza il gusto della crusca d’ avena, si consiglia di integrare la dieta con la pasta d’ avena integrale.

  20. sergio sorrent scrive:

    confermo l’ utilità dell’ avena: è un grande “spazzino” per le nostre vene e arterie, e consiglio l’ aiuto dei semi di lino macinati prima di assumerla.

  21. Roberta scrive:

    Io ho consumato costantemente avena cotta con latte, cacao e zucchero per 6 mesi circa. Preparavo la zuppetta dopo pranzo e dopo cena, diciamo che la divoravo, era una pappetta che consumavo in Germania quando facevo la ragazza alla pari, cosa che da me in Sardegna non conoscevo assolutamente. Dopo un paio di mesi inizio a vedermi diversa, occhi, pelle, capelli, umore, devo dire che mi ha migliorata e non riesco a trovare un’ altra spiegazione. Ho smesso di mangiarla perchè non ne sentivo più l ‘esigenza e ora dopo qualche anno ho ripreso da circa due settimane; non so se è solo la mia impressione ma mi sembra di vedere i primi risultati…

  22. Pasquale scrive:

    Salve, consumando regolarmente in moderati quantitativi fiocchi d’ avena, è possibile che essa riduca la voglia sessuale ?

  23. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Caro Pasquale, l’ avena è un ottimo alimento da inserire nella dieta quotidiana, ha molte proprietà benefiche per la salute e non provoca assolutamente il “calo del desiderio sessuale”: se l’ organismo è in salute, anche l’ attività sessuale è ottima. Nel tuo caso quindi, il calo del desiderio sessuale dipende sicuramente da altri fattori che possono essere sia di tipo puramente psicologico che di tipo organico-fisiologico. Nel caso dei disturbi sessuali maschili, nell’ uomo l’ assenza di desiderio sessuale è un costan­te calo della voglia sessuale. Le cause possono essere di origine fisica o psicologica: una grave malattia, la preoccupazione per il proprio stato di salute, l’ assunzione di farmaci per l’ ipertensione, antidepressivi, diure­tici, antipsicotici, i rapporti conflittuali o abitudinari della coppia, la stanchezza fisica, l’ ansia, lo stress, i problemi ses­suali di uno dei due partner o la presenza di esperienze sessuali traumatiche.

    Si parla invece di disfunzione erettile nell’ uomo quando si presentano in modo persi­stente difficoltà ad ottenere l’ erezione maschile, a mantenerla o non si prova alcun piacere. In questo caso si parla di disfunzione erettile maschile. Le cause della disfunzione erettile nell’ uomo possono essere di origine orga­nica o psicologica. Tra le cause di origine organica che possono portare alla disfunzione erettile nell’ uomo si trovano: il diabete, i problemi circolatori, malattie neurologiche, insufficienze renali, bassi livelli di testosterone, età avan­zata. Tra le cause psicologiche che possono portare ad una disfunzione erettile ci sono in primis l’ ansia e lo stress. La disfunzione erettile nell’ uomo aumenta con l’ età.

    Come vedi quindi l’ assunzione dell’ avena nella dieta non comporta un calo del desiderio sessuale, al contrario l’ avena aiuta ad avere una buona salute fisica perchè contrasta il colesterolo alto e protegge dalle malattie cardiovascolari (malettie del cuore).
    Il tuo problema sessuale dipende da altri fattori: disturbi sessuali maschili. Nei casi di disturbi sessuali maschili, è bene esporre il problema alla propria compagna, inoltre l’ aiuto di uno speciali­sta e una buona diagnosi medica posso­no essere indispensabili in alcuni casi. Puoi trovare maggiori chiarimenti riguardo ai disturbi sessuali maschili (come il calo del desiderio sessuale o la disfunzione erettile nell’ uomo) in questo articolo (Clicca Qui):
    Disturbi sessuali maschili: eiaculazione precoce, eiaculazione ritardata, disfunzione erettile nell’ uomo

  24. lella scrive:

    Salve a tutti, prima di tutto complimenti per questo sito, secondo volevo dirvi che anche io sto iniziando a prendere l’ avena, però compro il latte di avena e lo bevo al mattino a colazione miscelato col caffè, è veramente buono. Chi di voi sa dirmi se i benefici saranno gli stessi o minori rispetto a mangiare la pasta, i fiocchi oppure altro ? Insomma pensate che il latte di avena potrà darmi comunque dei buoni risultati ? io lo acquisto in un negozio di prodotti biologici. Se potete aiutatemi a capire sotto quale forma è meglio assumerlo. GRAZIE A TUTTI, buona serata a presto.

  25. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Salve Lella, l’ avena fa bene alla salute assunta in molteplici modi. Quindi anche la tua sana abitudine di fare colazione con il latte d’ avena biologico è un’ ottima cosa. Il latte di avena è infatti una valida alternativa al latte vaccino, perché l’ avena riduce il colesterolo LDL. Inoltre il latte d’ avena è un latte poco calorico e con un limitato contenuto di grassi (prevalentemente poliinsaturi). Il latte d’ avena contiene anche fibre, vitamina E e acido folico. E’ ricco di zuccheri semplici e fornisce energia prontamente disponibile, per questo il latte d’ avena è ottimo se bevuto nella prima colazione, come tu stessa stai facendo. Il latte di avena in commercio contiene sempre oli aggiunti, solitamente di girasole. Attenzione però alla presenza di oli vegetali non meglio specificati. Va pure controllato sull’ etichetta che l’ olio di girasole sia spremuto a freddo e di origine biologica. Puoi quindi continuare a bere il latte d’ avena biologico a colazione: è un’ ottima abitudine per la salute.
    Oltre al latte d’ avena, puoi inoltre integrare i fiocchi d’ avena nella tua colazione, e la pasta a base di avena integrale per prerare i tuoi primi piatti per il pranzo o la cena. E’ tutto di guadagnato per la tua salute: per ottenere benefici nella riduzione dei livelli di colesterolo, i beta-glucani dell’ avena dovrebbero venire assunti durante i pasti, e in quantità pari ad almeno 3 grammi al giorno.

  26. antonio scrive:

    io mangio l’ avena tutte le mattine a colazione e mi sento molto bene, ho ritrovato il mio equilibrio e sopratutto l’ avena è leggerissima e nutriente… la consiglio a tutti !

  27. DUGLAS scrive:

    IL MIO PENSIERO è PERFETTAMENTE IN LINEA CON TUTTI VOI. FACCIO USO DI AVENA NELLA MIA ALIMENTAZIONE DA DIVERSO TEMPO, MA SE POSSO OSARE CON UN CONSIGLIO, VI CANDIDO UN ALIMENTO NATURALE CHE TRA L’ ALTRO è ANCHE GUSTOSO DA MAGIARE: SONO I SEMI DI LINO. DIVERSI STUDI DIMOSTRANO CHE ASSUMERE UNA QUANTITà PARI A DUE CUCCHIAINI PETTINATI DI SEMI DI LINO ANNIENTA IL FAMIGERATO COLESTEROLO. L’ ESPERIMENTO LO STANNO ESEGUENDO SU DEI GREGGI DI PECORE CHE DI CONSEGUENZA PRODUCONO FORMAGGI PRIVI DI COLESTEROLO ! UN SALUTONE A TUTTI.

  28. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    E’ vero Duglas, i semi di lino hanno molte proprietà e benefici per la salute. Nella dieta quotidiana è utile anche inserire l’ olio di semi di lino per condire gli alimenti. Puoi trovare maggiori informazioni in questi articoli (Clicca Qui):

    ALIMENTAZIONE E SALUTE
    Alimentazione sana: proprietà di germogli di soia, lievito di birra e semi di lino nella dieta

    BENEFICI DELL’ OLIO DI SEMI DI LINO NELLA DIETA
    Alimentazione e Omega 3: benefici per cuore e cervello. Gli Omega 3 nell’ olio di semi di lino

  29. DUGLAS scrive:

    grazie mille per il consiglio, leggerò con attenzione

  30. filomena scrive:

    buona sera, per caso mi sono trovata su questa pagina formidabile, piena di consigli preziosi, grazie !

  31. amada scrive:

    Per favore, vorrei un’ informazione: dove posso trovare l’ avena da comprare se è possibile tramite internet ? Grazie a chi di voi mi risponderà. Amada

  32. Rachele scrive:

    Bevo ogni mattina un frullato di banana, latte e avena, è buonissimo e mi permette di arrivare sazia fino alla fine delle lezioni in università (naturalmente mangio anche qualche biscotto insieme al frullato) e qualche volta lo bevo anche al pomeriggio come merenda. dopo 3 mesi di consumo devo dire che mi sento in forma nonostante non vada in palestra, ho perso peso (naturalmente però non mangio schifezze ma seguo una normale dieta mediterranea, concedendomi anche piatti come melanzane alla parmigiana, lasagne ecc) e in generale mi sento benissimo. la mia pelle è bella, non mi sento gonfia e sono molto più piena di energie. inoltre i frullati con l’ avena sono BUONISSIMI e permettono di mangiare frutta che magari non si avrebbe voglia di assumere da sola. il mio ragazzo è inglese e mi ha insegnato a fare il porridge e devo dire che non è niente male. ve lo consiglio !
    :D

  33. roberta corda scrive:

    Ciao Amada, io compro l’ avena in fiocchi piccoli (la trovo più tenera), in un negozio di prodotti biologici. Dipende da che consumo ne fai, infatti per fare il porridge in genere si usa l’ avena in fiocchi, però potresti prenderla anche in chicchi per macinarla (con un macinino elettrico o manuale da caffè), e consumarla a colazione insieme a frutta e yogurt (colazione di Kousmine). Sicuramente però l’ avena in fiocchi è più pratica e puoi comunque mangiarla insime a yogurt e frutta oppure farci il porridge come fa anche Rachele.

  34. roberta corda scrive:

    Una domanda per Rachele: usi avena in fiocchi o in chicchi macinati ? E la quantità ? Grazie.

  35. Rachele scrive:

    io uso l’ avena in fiocchi, anche perchè abito a praga e quello che ho trovato al supermercato è l’ avena in fiocchi… non ho ancora esplorato negozi biologici qui
    :D
    per la quantità dell’ avena vado ad occhio, direi che in ogni frullato metto un 6-7 cucchiai di avena, non so quanto sia in grammi, invece ho visto che per il porridge il mio ragazzo ne mette molta di più (è lui l’ esperto in porridge, lo lascio a lui visto che è inglese !)
    :D

  36. roberta corda scrive:

    Sto bevendo il frullato ogni mattina perchè in effetti il porridge è più impegnativo e poi con l’ avvicinarsi della bella stagione fa piacere bere il frullato, è fresco. però io i fiocchi d’ avena li ho macinati con un macinino elettrico per caffè che uso per macinare i cereali in chicchi.

  37. tullio scrive:

    SIETE PREZIOSI ED INTERESSANTI CON IL VOSTRO BLOG DEL BENESSERE ! UN SENTITO SALUTO

  38. sergio sorrent scrive:

    Confermo tutta la pagina che ho letto, ma cosa potete dirmi sui benefici del lievito di birra ? come si prende (pastiglie) e per quanto tempo ? Sergio

  39. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Sergio, il lievito di birra è molto utile per riequilibrare e de­purare l’ organismo (se non si è intolleranti). Il lievito di birra rappresenta una preziosa fonte di vitamine del complesso B, proteine, minerali tra cui il selenio e il cromo, polisaccaridi e beta-glucani. Sono stati condotti numerosi studi sulle proprietà benefiche del lievito di birra. Per la presenza di selenio e di beta-glucani, si attribuiscono al lievito di birra anche proprietà anticancerogene. La presenza di cromo fa del lievito di birra un prodotto utile ai diabetici. Il cromo normalizza infatti la glicemia e aumenta la sensibilità dell’ insulina ed è anche in grado di normalizzare i lipidi del sangue. Il lievito di birra si è anche dimostrato utile nella cura dell’ insonnia, dello stress e della stanchezza, condizioni in cui è essenziale l’ apporto di vitamine del gruppo B. In particolare, la Niacina e la vitamina B6 collaborano per produrre la serotonina, necessaria per il benessere mentale e un buon sonno. Tra le sue proprietà complessive, il lievito di birra è utile per il sistema nervoso, cardiocircolatorio-vascolare e digestivo. Il lievito di birra è disintossicante, antimicrobico, antiaterosclerotico e rivitalizzante.

    Per quanto rigurada il dosaggio, il lievito di birra viene commercializzato in varie forme: capsule, pastiglie, scaglie e anche liquido. Le scaglie di lievito di birra possono essere consumate nell’ insalata, nel riso, in altri piatti o utilizzate per preparare delle salse. Mescolato al cibo, il lievito di birra ne facilita la digestione, soprattutto nel caso di carboidrati. Non esiste un dosaggio stabilito e riconosciuto da tutti. Si consiglia però l’ assunzione di 10-15 grammi di lievito di birra al giorno. Un dosaggio ottimale di lievito di birra può essere: 10 compresse al giorno oppure, per la formulazione in scaglie, 2 cucchiai colmi per gli adulti e 1-3 cucchiaini per i bambini. Chiedi comunque informazioni anche al tuo erborista per il dosaggio delle pastiglie di lievito di birra (in forma di integratore alimentare). Per una buona cura naturale, il lievito di birra in capsule o pastiglie va assunto almeno per 1 mese. Invece, aggiunto all’ alimentazione quotidiana in forma di scaglie, il lievito di birra può essere tranquillamente usato per integrare la propria dieta.

  40. sergio sorrent scrive:

    GRAZIE sempre molto chiaro
    Sergio Sorrentino – Cagliari

  41. Aldo scrive:

    Stavo cercando di sapere qualcosa sulle proprietà dell’ avena, mi sono imbattuto in questa pagina, complimenti, credo di aver trovato quello che cercavo. Io faccio il pane in casa perchè quello industriale lo trovo indigesto e pieno di grassi, credo che da questo momento farò una miscela di farina con avena integrale. Vorrei sapere se l’ idea è buona. Grazie e salutoni da Locarno.

  42. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Aldo, la farina di avena dona un pane dolciastro, elastico che ha la capacità di saziare rapidamente. Essendo ricca di proteine e di sali minerali, il pane è molto energetico. Si consiglia di mescolarla perlomeno per metà con la farina di frumento.

  43. Rossella scrive:

    Ciao a tutti, dove trovo l’ avena integrale per la crema Budwig ? E posso sostituirla, se non la trovassi, coi fiocchi d’ avena integrali e bio ?

  44. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buongiorno Rossella, nella ricetta della crema Budwig si possono usare diversi tipi di cereali: miglio, avena, orso o riso. Di solito il tutto si compra nei negozi biologici se non trovi gli ingredienti nei supermercati. Magari qualche altro navigatore del nostro blog saprà darti altri consigli.

  45. Rossella scrive:

    Grazie, perché nel mio negozio bio non ho trovato i cereali integrali, ma solo perlati o decorticati…

  46. Ribaudo Francesca scrive:

    Grazie per le molte informazioni che cercavo e casualmente ho trovato in queste pagine.

  47. Aldo scrive:

    Ho seguito il vostro consiglio, quello di fare il pane in casa miscelando l’ avena con la farina bianca e devo dire che il risultato è ottimo. Grazie e saluti a tutti.

  48. sergio sorrent scrive:

    Le mie ultime analisi del colesterolo sono state ottime, con assunzione mattutina di almeno 3 cucchiai di avena sono riuscito a portare il colesterolo a 220, tenete presente che viaggiavo a 30 o 40 unità in più ! Saluti a tutti ! Sergio Sorrent

  49. antonio scrive:

    Da IO Benessere Blog ho appreso molte cose che non conoscevo sia sul benessere in generale che sulle proprietà dell’ avena o di altri alimenti come i semi di lino. Vi ringrazio e colgo l’ occasione per dare un consiglio: il consumo di yogurt con noci e avena a mio parere è ottimo, dal momento che ne faccio gran consumo, posso assicurarvi che dà molteplici benefici. Antonio

  50. Ribaudo Francesca scrive:

    Da più di due anni metto due cucchiai di avena nel latte, così, a mio intuito, convinta che non poteva farmi che bene. Ho 71 anni e sto molto bene in salute, non mi stanco mai. Aggiungo che frequento la palestra e inoltre prendo delle compresse di alghe. Ora, per caso ho letto tutti questi benefici e proprietà dell’ avena e sono davvero contentissima di avere già iniziato a mettere l’ avena nella mia alimentazione !

  51. roberta corda scrive:

    Bravissima Francesca, io credo che l’ avena sia un elisir che mantiene giovani a lungo e non ci sono creme che possono fare quello che fa questo prodotto alimentare. Anche le alghe sono fantastiche, io ho iniziato a cucinarle 2 anni fa ma ultimamente dopo il terremoto in Giappone ho un pò paura. So che l’ alga Kombu è adatta per chi ha la sclerosi multipla e avendo un caso in famiglia preparo spesso minestre di verdure con aggiunta di Kombu. Staremo a vedere !

  52. Alessandra scrive:

    Ho provato compresse contenenti fibra d’ avena e altre erbe per aiutare il mio intestino. L’ effetto è stato fino sopra le aspettative. Non solo l’ appuntamento è quotidiano ma la mia pancia è visibilmente molto più sgonfia, meno dolorante e trattengo meno liquidi. Qualcuno mi sa dare una spiegazione ? Alessandra

  53. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    Buonasera Alessandra, come specificato anche sopra nell’ articolo (leggi sopra), tra le fibre dell’ avena ci sono i beta-glucani che hanno la capacità di migliorare la funzionalità intestinale e sono quindi utili contro la stitichezza che spesso assilla chi soffre anche di gonfiore e ritenzione idrica (ecco perchè hai trovato beneficio assumendo integratori alimentari a base di fibre di avena). Sempre nell’ articolo sopra è specificato che tutti i prodotti a base di cereali e di fibre favoriscono il buon funzionamento dell’ intestino. Aumentando il consumo di fibra non solubile, di cui l’ avena integrale è ricca, come parte di una dieta sana ed equilibrata, si migliora notevolmente la funzionalità intestinale e si incrementa il benessere generale. Oltre agli integratori alimentari, chi soffre di pancia gonfia, ritenzione idrica e stitichezza (come nel tuo caso) dovrebbe quindi aiutare l’ intestino anche con una dieta ricca di fibre. In questo articolo trovi una dieta adatta al tuo caso (Clicca Qui): Dieta con le Fibre: dieta da 1300 calorie per dimagrire. Dieta molto adatta anche a chi soffre di stitichezza

    Oltre alla Dieta con le Fibre, un’ altra dieta che sfrutta le proprietà delle fibre e dell’ avena è la Dieta coi Cereali, la trovi cliccando qui: Dieta coi Cereali: dieta da 1300 calorie al giorno con avena, orzo, grano, riso. Perdere 4-6 chili in un mese

  54. maria teresa scrive:

    Salve, ho iniziato da poco ad assumere l’ avena, se lo uso nel latte caldo perde qualche proprietà ? Maria Teresa

  55. roberta corda scrive:

    Io credo proprio di no. Io faccio bollire l’ avena nel latte e aggiungo zucchero e cacao… forse è un pò pesante ma a me piace così.

  56. Redazione IO Benessere Blog scrive:

    In generale, l’ avena anche cotta mantiene tutte le sue proprietà. I fiocchi d’ avena infatti, oltre ad essere usati nel latte per la prima colazione, vengono usati anche per preparare alcune ricette con le verdure. Le trovate qui:

    RICETTA POMODORI RIPIENI CON FIOCCHI D’ AVENA
    Ricette light con le Verdure – Ricetta Pomodori ripieni con fiocchi d’ avena: un contorno dietetico di verdure

    RICETTA ZUCCHINE AL FORNO CON FIOCCHI D’ AVENA
    Ricetta zucchine al forno con fiocchi d’ avena: un contorno di verdure dietetico, leggero e facile

  57. Okkiverdeazzurri scrive:

    Ho comprato l’ avena (quella in semi), non integrale ma solo Bio per fare il latte in casa. Visto che sono intollerante al lattosio. Fare il latte d’ avena in casa è veramente facile, ma è un pò lungo, la “pappa” restante dopo averlo filtrato è ottima. Spero di avere la pazienza di continuare a farlo, visto che in quelli in commercio c’è sempre l’ olio, comunque consigliatissimo !

  58. roberta corda scrive:

    Per Okkiverdeazzurri: posso avere la ricetta per fare il latte d’ avena in casa ?

  59. denis scrive:

    Latte e crusca d’ avena bio: uno spuntino perfetto, ottimo gusto e senso di sazietà. La mangio anche a colazione, ne consumo 400 grammi in 5 giorni e già dopo 10 giorni ho notato un benessere fisico e sono più in forma… consigliatissima per i bambini… nei paesi dell’est la si prepara ancora adesso… potenzia il sistema immunitario, infatti dopo un lungo periodo di esposizione al freddo non ho preso il raffreddore.

  60. Sergio scrive:

    Verissimo, io sono anni che mangio l’ avena a colazione e il mio colesterolo è normale, prima arrivavo anche a 300. La mia quantità giornaliera di avena è di 5 cucchiai da minestra al giorno, per quanto riguarda il resto non sò da quanti anni non prendo più l’ influenza.
    Saluti! Sergio

Lascia un commento