Pubblicità ingannevole e bambini obesi: come scegliere una dieta equilibrata e sana

Al giorno d’ oggi i bambini sono esposti al bombardamento della pubblicità che, tra merendine, dolci e snack, propone un’ alimentazione troppo calorica e ricca di zuccheri, poco sana. Eppure siamo in Italia: paese del buon cibo semplice e della dieta mediterranea… non siamo negli Stati Uniti! Pare però che, anche in Italia, la pubblicità si sia “adeguata” agli standard americani proponendo sempre più scorrette abitudini alimentari.

Pubblicità ingannevole: troppi snack, merendine, cioccolata e latticini

Di certo la pubblicità non propone il classico e sano pane a marmellata per la colazione dei bambini, nè parla mai di mangiare un semplice frutto a merenda, ma di continuo vengono proposti solo tanti dolci e snack con molte calorie e scarsi valori nutrizionali. Il tutto però è bello “condito” dalla pubblicità (sempre più ingannevole!) con frasi e immagini che fanno vedere cibi definiti come “naturali e sani”. In realtà non lo sono, perchè tutte le merendine e gli snack provengono dalla lavorazione industriale e non sono certo “fatti in casa” come le torte o i biscotti della nonna.


Oltre alle merendine e alla cioccolata, i bambini (ma anche gli adulti e i genitori!) sono bombardati da continue pubblicità sui latticini: sottilette messe ovunque, formaggi vari e mozzarelle. La maggior parte dei prodotti pubblicizzati in Tv sono a base di latticini, ma in una dieta sana i formaggi andrebbero in realtà mangiati solo una-due volte a settimana. Quindi, anche in questo caso, la pubblicità della mamma che mette le sottilette dappertutto non dà un sano consiglio per un’ alimentazione corretta (ma ovviamente, come in ogni pubblicità, il solo ed unico scopo è spingere all’ acquisto!). Anche gli stessi genitori possono incorrere in errori alimentari, tanto più perchè oggi, per mancanza di tempo, si ricorre spesso a piatti veloci già pronti e molto pubblicizzati: in primis i “4 salti in padella” che propongono di tutto e di più (come se più nessuno oggi sapesse cucinare neanche un piatto di pasta!), per passare poi ai sofficini impanati belli pieni di formaggio.

Errori alimentari e sovrappeso: obesità infantile

Certamente, mangiando tutto ciò che viene proposto dalla pubblicità, si entra facilmente in sovrappeso, perchè la pubblicità genera “bisogni” che in realtà non ci servono e dà informazioni errate che non sono salutari: la necessità di mangiare può infatti essere soddisfatta in tutt’ altro modo, con un’alimentazione corretta e sana. Tra le semplici fettine di pollo fresco al banco della carne e le tanto pubblicizzate cotolette di pollo già pronte e impanate o i famosi “Cordon Bleu” (con pollo, ma impanati e ripieni di formaggio! Lo mettono ovunque il formaggio!), di certo sono più dietetiche e sane le fettine di pollo fresche da cucinare in modo semplice e veloce alla piastra o in padella.

Proprio chi in famiglia fa la spesa ha la responsabilità della salute e dell’equilibrio alimentare di tutta la famiglia, in particolar modo dei bambini. Spesso si incappa però in scelte alimentari errate, finendo in una spirale di zuccheri, grassi e calorie. Così oggi, oltre a molti adulti in sovrappeso, ci sono anche sempre più bambini obesi anche in Italia: circa il 40% dei bambini in età scolare (dai 6 ai 14 anni) è in sovrappeso e non svolge abbastanza attività fisica, con prevalenza delle femmine che, proprio per questo motivo, soffrono più spesso di problemi di peso rispetto ai loro coetanei maschi. Inoltre chi è obeso da bambino si porta dietro questo problema anche da adulto nel 40-80% dei casi.

È chiaro che se il vostro bambino passa la maggior parte della giornata seduto sul divano o davanti al computer non ha bisogno di mangiare molte calorie, altrimenti si verifica una sovranutrizione che porta all’accumulo di grassi, zuccheri, carboidrati e all’ aumento di peso.

Alimenti come frutta e verdura spesso non vengono mai consumati in quantità sufficiente, pur costando meno di merendine e snack confezionati. La regola generale per poter risparmiare sulla spesa è quella di pianificare, decidere in anticipo cosa si mangerà durante la settimana e optare sempre per la scelta più semplice e meno elaborata: pasta al pomodoro al posto di condimenti ricchi, pane e prosciutto al posto della merendina, frutta vera al posto dei succhi. Certamente i succhi di frutta sono più comodi da consumare, ma sono anche più ricchi di zuccheri e poveri di fibre: per ridurre le calorie ingerite e aumentare le fibre, è sempre meglio mangiare frutta fresca.

Scegliere una dieta sana per tutta la famiglia

Ecco alcuni consigli alimentari utili per un’ alimentazione corretta e sana anche per i bambini.

1- Le uova vanno mangiate una sola volta alla settimana; la quantità consigliata dai nutrizionisti è di 2 uova a persona a settimana. Le uova apportano proteine e sostituiscono la carne e il pesce: una volta a settimana fate un secondo piatto di uova con contorno di tante verdure. Potete cucinare le uova in diversi modi: sode, alla coque, in frittata o in padella antiaderente con poco olio, meglio aggiungere un pò d’acqua; trovate maggiori informazioni sui valori nutrizionali delle uova e sui vari metodi di cottura qui: Le uova nella dieta-Metodi cottura e calorie

2- I formaggi vanno mangiati solo una-due volte a settimana. I formaggi apportano proteine e sostituiscono un secondo piatto di pesce o carne. I formaggi vanno quindi abbinati ad un contorno di verdure. Per quanto riguarda le calorie, i formaggi freschi sono quelli più magri: preferite fiocchi di latte e ricotta (sono i più dietetici) e mozzarella. Trovate la tabella delle calorie dei formaggi qui: Tabella Calorie Formaggio

3- I legumi (come piselli, fagioli, ceci, lenticchie) vanno mangiati anche 2-3 volte alla settimana. I legumi apportano prevalentemente proteine vegetali: sono considerati infatti i sostitutivi della carne e del pesce nelle diete vegetariane e vegane. I legumi possono quindi essere proposti come secondo piatto in sostituzione della carne e del pesce (sempre accompagnati da un contorno di verdure), oppure possono essere cucinati come primo piatto abbinati a riso o pasta (come pasta e fagioli, pasta e piselli, riso e lenticchie). Ecco due ricette semplici per cucinare i legumi (cliccare sui link qui sotto):
- ricetta zuppa di pasta e fagioli: Pasta e fagioli con funghi porcini e zafferano
- ricetta pasta e piselli: Pasta, pomodoro e piselli-Piatto da 400 calorie

4- Inserite il pesce nella dieta almeno due o tre volte alla settimana: il pesce apporta proteine ed è un secondo piatto da abbinare ad un contorno di verdure. Se ci sono difficoltà ad acquistare il pesce fresco è possibile sostituirlo con il pesce surgelato (evitate però i preparati di pesce impanati). Occasionalmente si può utilizzare anche il pesce in scatola (come tonno o salmone in scatola), meglio se al naturale. Per la scelta del pesce più dietetico, trovate la tabella delle calorie qui: Tabella Calorie Pesce per la dieta

5- Le verdure non devono mai mancare nella dieta. Oltre a quelle fresche (in primis insalata e pomodori), le verdure possono essere acquistate anche in forma surgelata (come ad esempio spinaci, broccoli, asparagi, carciofi, funghi) o in forma di verdure miste come i minestroni.

6- Per gli affettati meglio preferire prosciutto crudo o cotto e bresaola che sono affettati magri. Gli affettati magri apportano proteine.

7- La frutta va preferibilmente mangiata negli spuntini (a metà mattina e a merenda nel pomeriggio), lontano dai due pasti principali. Preferite la frutta fresca di stagione.

8- L’ olio extravergine di oliva è il condimento da preferire ma non bisogna abbondare: l’ olio è infatti molto calorico, non bisogna esagerare. Via libera invece ad aceto, limone e spezie per condire i piatti.

9- Non utilizzate succhi, bibite gassate e zuccherate che hanno uno scarso valore nutrizionale. Preferite puttosto l’acqua a tavola.

10- Leggete sempre le etichette dei prodotti preconfezionati che acquistate ed evitate soprattutto i prodotti che contengono glutammato di sodio: si trova di solito nei dadi da brodo e nei prodotti industriali di carne precotta. Trovate maggiori informazioni su come riconoscere i “cibi spazzatura” qui: Evitare additivi, glutammato di sodio, grassi idrogenati

11- Per far seguire un’ alimentazione sana adatta a tutta la famiglia, soprattutto nei casi di sovrappeso, potete rifarvi allo schema della Dieta Dissociata che trovate qui: Menù dieta dissociata-Schema alimentare

Nonostante il continuo bombardamento della pubblicità ingannevole, la scelta rimane nostra: occorre avere un maggiore spirito critico e una maggiore consapevolezza, scegliendo cibi freschi e semplici. Saper scegliere fa la differenza per la buona salute di tutta la famiglia.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!